Quel messaggio. “Me l’ha inviato poco fa una persona contagiata, dall’ospedale”, confida Roby Facchinetti. “Dice: ‘ho appena ascoltato la tua canzone. Sto piangendo. Non so cosa mi succederà, ma la musica è la miglior medicina’. Vorrei fosse vero”, sospira l’ex tastierista e cantante dei Pooh. Giorni fa, quando ha visto passare quella carovana di mezzi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Peste e colera, quei classici sempre citati (a sproposito)

prev
Articolo Successivo

17 minuti per Kennedy: anche Bob Dylan si sente in guerra

next