Da qualche giorno c’è dibattito sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità, il vecchio fondo salva-Stati già tristemente noto in Grecia, Spagna, etc. Il dibattito, benedetto, ci conferma però in una vecchia impressione: ormai il massimo che viene concesso è giocare in difesa, evitare qualche danno quando si può, attenuarlo laddove possibile, soffrirne negli altri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Scorsese, Amelio, Garrone: il 2020 della Rai

prev
Articolo Successivo

L’Antitrust contro Poste: “Raccomandate fantasma”

next