La prima reazione al nuovo lavoro dell’artista australiano è il pudore. Dinanzi a un dolore così lancinante e per nulla razionale quale la perdita di ciò che più di caro si ha al mondo ci si pone in punta di piedi cercando di comprendere e seguire il filo dall’artista per elaborare il lutto. Ghosteen dipana […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ciak, si rigira. Da Rosy Abate a Dallas, i fan resuscitano gli eroi

prev
Articolo Successivo

L’anti-inno alla gioia dei chiaroscuri Wilco

next