Una bambina “no-vax” stava morendo di tetano. I genitori, guidati dall’inganno di falsi scienziati, avevano rifiutato il vaccino per la figlia. C’è voluta la scienza del mondo per salvarla, vari centri medici collegati fra loro e uno sforzo che per fortuna è riuscito. Noi siamo un Paese amaro e rabbioso senza un vaccino anti-rabbia. La […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Mail box

prev
Articolo Successivo

La fede richiede passione e adesione tanto quanto gli amori cari e segreti

next