Pistole, fucili e anche un missile. Si è sviluppata in varie città del Nord Italia un’operazione della Digos di Torino, coordinata dalla Procura piemontese a carico di soggetti orbitanti nei gruppi dell’estrema destra oltranzista che hanno partecipato alla guerra del Donbass, in Ucraina, all’interno delle milizie separatiste sostenute da Mosca. Tra le armi, un missile […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

14 Luglio, flop sicurezza. Tutti contro Castaner “incompetente cronico”

prev
Articolo Successivo

Trump vuole rimpatriare 4 deputate dem

next