È importante parlare di Pompei quando non lo fa nessuno. In Italia, il giornalismo sul patrimonio culturale è o emergenziale (crollo a Pompei) o apologetico (“Rivoluzione a Pompei: tutto va bene!”). La città morta vesuviana è forse il luogo dove appare nel modo più clamoroso la nostra estraneità al patrimonio culturale. Dove le bombe inesplose […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Di cosa stiamo parlando

prev
Articolo Successivo

Stop al saccheggio di gamberetti e merluzzi nello Stretto di Sicilia

next