La “sbruffoncella” Carola Rackete è indagata dalla Procura di Agrigento per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, rifiuto di obbedienza a nave da guerra. La capitana tedesca della Sea Watch ha violato il Codice della navigazione, non avendo rispettato l’alt imposto dalla Guardia di finanza e le indicazioni via radio della Guardia costiera, conducendo la nave in acque […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

testatina

prev
Articolo Successivo

“Emergenza creata ad arte, io l’avrei risolta in 5 minuti”

next