Non ci sarà “tregua elettorale” per i Gilet gialli. Come tutti i sabati, dal 17 novembre scorso, anche domani, alla vigilia delle elezioni europee, i Gilet più determinati torneranno nelle piazze e sulle rotatorie per l’atto 28 della protesta, con un messaggio: andate alle urne, votate chi volete, ma non votate Macron. Non esiste però […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Mi hanno hackerato grazie a una app”

prev
Articolo Successivo

Prima gli induisti: Modi, il suo segreto è il nazionalismo

next