Era il 1981 quando Carlo Verdone, nei panni di Furio, nel film Bianco Rosso e Verdone, si dannava con la povera Magda per essersi fatta sostituire la gomma bucata da uno sconosciuto, anziché dare un senso a quella scarpinata sull’autostrada che lui, il marito, aveva dovuto fare per cercare una colonnina d’emergenza da cui chiamare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Automobili connesse. L’Ue preferisce il Wi-Fi al 5G

prev
Articolo Successivo

Riscatto della laurea low cost: a chi conviene e quanto costa

next