Un inceneritore, camuffato sotto le vesti di un impianto per la produzione di biometano. In Sicilia, a Calatafimi, c’è il progetto “Biometano Gallitello” della Solgesta Srl, azienda amministrata da Alessandra Rollino, moglie dell’ex parlamentare forzista e imprenditore Franco Paolo Arata, vicino alla Lega e al sottosegretario Armano Siri. Arata è coinvolto nell’inchiesta di Palermo sul […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Mister Flat Tax e il faraone indagato per corruzione

prev
Articolo Successivo

Dal sole alle rottamazioni: ecocriminali senza confini

next