Amici, incontri e cattiverie: l’arte in ventisei ritratti

Il critico Robert Storr intervista i protagonisti di oggi sul loro modo di concepire la creazione e sui rapporti con gli altri. E non mancano frecciatine e gelosie
Amici, incontri e cattiverie: l’arte in ventisei ritratti

Fortunato è il caso, come questo, in cui la copertina di un libro ne racconti compiutamente il senso. Tenendo in mano Interviste sull’arte di Robert Storr (Il Saggiatore, a cura di Francesca Pietropaolo, pp. 416, euro 38), osserviamo l’immagine del citofono di un palazzo in cui a ognuno dei 26 interni raffigurati corrisponde il nome […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.