Ieri pomeriggio, l’ambasciatore americano Lewis Eisenberg è andato in visita dal vicepremier, Luigi Di Maio, al ministero dello Sviluppo economico. L’incontro è durato più di un’ora ed è solo l’ultimo: in queste settimane è cresciuta la pressione che gli Usa stanno esercitando sul nostro Paese. L’obiettivo numero uno era fermare la firma del Memorandum Italia-Cina […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’operazione Scala per l’Arabia Saudita è solo maquillage

prev
Articolo Successivo

Banche, Bruxelles scarica i suoi errori sull’Italia

next