Di Tiziano Sclavi resta solo l’ombra quando è lontano dal suo Dylan Dog

Di Tiziano Sclavi resta solo l’ombra quando è lontano dal suo Dylan Dog

Chissà cosa voleva dire Tiziano Sclavi con questo suo graphic novel. Il creatore di Dylan Dog esce (almeno formalmente) dalla sua comfort zone del formato da edicola e delle regole della casa editrice Bonelli per firmare con il disegnatore Werther Dell’Edera il volume Le voci dell’acqua. L’intuizione di fondo è spiegata in modo un po’ […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.