Chi ama i racconti di Raymond Carver sa che c’è un senso di vuoto, in una certa letteratura americana sulla provincia (cioè praticamente tutta l’America), che può fornire infiniti spunti narrativi anche se a riempirlo sono eventi senza importanza, marginali quanto le vite dei protagonisti. E chi prova a cercare significati profondi in ciò che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Antonello maestro di luce e di ritratti

prev
Articolo Successivo

La storia di Marina e di tutte le donne che ce la fanno

next