In Italia ci sono molti editori valorosi. Spesso importano in Europa per primi (e a volte lo fanno rispetto al resto del mondo) quelli che saranno riconosciuti come grandi autori qualche anno dopo. Il primo paese in assoluto a tradurre Infinite Jest di David Foster Wallace in una lingua straniera fu il nostro (merito di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Una nazionale super e talenti come Zaniolo”

prev
Articolo Successivo

“Per la musica serve una vera scossa di novità”

next