Correva l’anno 1994 e per accompagnare il boss della camorra Raffaele Cutolo verso la decisione di pentirsi fu predisposto un piano nei minimi dettagli. Lui aveva da poco iniziato a raccontare ai pm Franco Roberti e Alfredo Greco alcune cose sulla faida di camorra degli anni ’80. Poca roba. Ma erano le prime pagine di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Valeria Palumbo: “La Chiesa ha moltiplicato e moltiplica gli effetti della società patriarcale”

prev
Articolo Successivo

Il rapimento Cirillo e quegli incroci oscuri tra Br, camorra, Dc e servizi segreti

next