“Non ho mai rilasciato interviste, anche se c’è chi ha provato a far passare per tale una semplice conversazione. Credo che il mio compito sia quello di porre domande, non di dare risposte”. Vincenzo Mollica, più che volto, microfono storico dei servizi sulla cultura e gli spettacoli di Rai1, il suo ruolo lo interpreta con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Peter, genio sotto falso nome tra risate, orgasmi e infarti

prev
Articolo Successivo

Il caso “Garofoli”: politica, tecnica e l’equivoco democratico

next