A fine dicembre 2017 il ministero delle Infrastrutture ha reso noto il contenuto di un accordo con Autostrade per l’Italia (Aspi) che prevede che questa realizzi, tra il 2020 ed il 2028, il Passante di Genova (la “gronda”) a 4,3 miliardi, più altri investimenti non specificati, per un totale di 7,8 miliardi entro il 2038, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Pedaggi certi, ma promesse fragili. Impegni e intese non rispettati

prev
Articolo Successivo

Autostrade, non solo Genova: l’ad Castellucci già imputato per la strage di Avellino

next