Negli archivi della Conservatoria è riassunta l’intera vicenda della casa del presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte in via Giulia a Roma – una delle strade più prestigiose – ipotecata nel marzo 2011 da Equitalia per un “importo capitale di 24.600 euro a garanzia del proprio credito di 49.200”. Conte ha rimosso l’iscrizione pagando nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Tutti sbagliano, ma sono attacchi politici”

prev
Articolo Successivo

Governo, quando Savona raccontò: “Dovevo occupare la Rai a Genova”

next