Di lavoro allestiscono studi tv e offrono servizi broadcast, specializzati nelle riprese del motomondiale. Però, nel tempo libero, quelli della Professional Show Spa, si dilettano a comprare i domini che gli altri hanno improvvidamente lasciato liberi. A ottobre del 2016, per dire, si sono accorti che l’indirizzo www.beppegrillo.com viaggiava indifeso nel world wide web e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il M5S non avrà l’incarico e farà campagna post-voto coi 20 punti

prev
Articolo Successivo

Lega, Salvini schiera il “partito parallelo” per seppellire il vecchio Carroccio su cui pendono sequestri e confische

next