“Sotto il suo governo le cose sono andate più o meno come andavano con gli altri governi”. Il fondatore di Repubblica Eugenio Scalfari è arrivato a rivalutare Silvio Berlusconi, come alternativa ai Cinque Stelle di Luigi Di Maio. Ammesso che le 60 leggi-vergogna prodotte dai suoi esecutivi e ricordate su queste pagine da Marco Travaglio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Lorenzin “libera” Zingaretti dal commissariamento della Sanità. I 5 Stelle: “Scandaloso regalo elettorale”

prev
Articolo Successivo

Del Sette regola i conti e nega la medaglia al Noe

next