È al terzo voto di fiducia – sui cinque imposti in un solo giorno al Senato – che l’inevitabile accade: il drappello dei verdiniani, che ieri ha sempre votato a favore del governo, risulta decisivo per raggiungere il numero legale. Fino a quel momento Pd e governo se l’erano cavata coi senatori assenti in missione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La Cattiveria 2610

prev
Articolo Successivo

Re Giorgio finto partigiano. Mena Renzi e poi s’allinea

next