Lo stesso Georg Ratzinger, fratello di Benedetto XVI, aveva rifilato qualche sberla, salvo poi pentirsene, come ha spiegato il vicario generale di Ratisbona, Michael Fuchs. Ma quella degli abusi dei Regensburger Domspatzen, lo storico coro giovanile fondato nel 975, è una vergogna che va ben oltre gli schiaffi. Dalla relazione finale della commissione indipendente guidata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Basta politica, riporto la Lucchese in A”

prev
Articolo Successivo

Pell a Singapore fra vacanza e gelati

next