Che “Tempo di Libri che fa”: 552 espositori, 135 editori stranieri da 32 paesi, 2000 ospiti per 720 appuntamenti da mercoledì 19 aprile a domenica 23. I numeri della kermesse milanese affidata dall’Associazione Italiana Editori alla cura di Chiara Valerio parlano da sé, come si conviene a una scrittrice che ha alle spalle un dottorato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Milano e Torino si affrontano a suon di “Saloni”. Con le case editrici divise

prev
Articolo Successivo

“Mancano i grandi editori, ma avremo sempre i loro autori”

next