Lunedì 13 febbraio: il giorno in cui è nato Simenon. Ma anche il giorno in cui Marine Le Pen viene invitata a varcare la soglia dei poteri forti, quelli che l’hanno sempre tenuta alla larga. E che lei invece prometteva di spazzar via. “È fatta!”, annuncia trionfante il trentaseienne Florian Philippot, vicepresidente del Front National […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Razzismo e migranti, la sottile linea rossa della denuncia

prev
Articolo Successivo

“Ho la Sla, ma con mio fratello cuciniamo come in Ratatouille”

next