“L’obiettivo di questa battaglia è di arrivare a Kiev e di far tornare questa città russa a casa, così com’è successo con la Crimea”, dichiara il famoso scrittore russo Zachar Prilepin sul suo sito, “e con Kiev tutta l’Ucraina”. Da ottobre è vice comandante di un battaglione degli Spetsnaz della Repubblica Popolare di Donetsk, in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Dalla Russia con dolore: i putiniani sotto schiaffo

prev
Articolo Successivo

Il presidente con i “grillini”: lo strano fronte di Bucarest

next