Martin Schulz lascia la presidenza dell’Europarlamento per candidarsi in Germania al Bundestag e, pare quasi certo, come cancelliere per la Spd, sfidando Angela Merkel. Come sempre, per interpretare le mosse di Schulz, bisogna farsi soltanto una domanda: cosa ci guadagna lui? In apparenza la scelta pare assurda: Schulz è stato confermato alla guida dell’Europarlamento nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Juventus, Andrea Agnelli: “Diamo i biglietti agli ultras, sennò diventano violenti”

prev
Articolo Successivo

C’è chi dice No, a Trump: “Riconteggio”

next