Il governo pensa ad un progetto “low cost” dell’alta velocità Torino-Lione, ma i No Tav e il Movimento 5 Stelle non ci stanno. Per gli oppositori l’unica soluzione resta fermare la grande opera. È la reazione all’annuncio fatto venerdì a Firenze dal ministro dell’Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio. “Le opere di adduzione al tunnel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Siracusa, dal corriere agli audio abusivi. I guai e le faide del Pd

prev
Articolo Successivo

“Io vittima del vescovo-orco. E il Vaticano non lo punisce”

next