epitaffio,

Ah, dolce letteratura che te ne vai!

Perché l’è morta. È finita e obliata da un decennio almeno e messa nella cassapanca delle buone cose di pessimo gusto

4 Giugno 2016

Si smette di scrivere per tante ragioni, e lo fanno anche scrittori celebri come me – celebre per ragioni soprattutto spudorate ed extraletterarie, sì, ma bisogna anche tener conto che ho scritto in un Paese che non c’è usando una lingua che non c’era ancora, e non si può essere un uomo pubblico a metà, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.