È in atto un golpe strisciante, la Russia si isolerà sempre di più”; è il grido d’allarme che lanciano nei social network del web russo i sopravvissuti dell’opposizione. Si sentono ormai braccati da ogni parte, come ai tempi di Stalin e di Beria, adesso che a vigilare sulla sicurezza dello Stato ci saranno i pretoriani del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Il mare è uno solo. E deve essere tutelato”

prev
Articolo Successivo

Polonia, sobborgo Usa: “L’aborto è genocidio”

next