/ di

Salvatore Altiero Salvatore Altiero

Salvatore Altiero

Attivista e giornalista freelance in campo ambientale

Napoletano, anno di nascita 1983, vivo a Roma. Laureato in Scienze politiche per la Cooperazione e lo sviluppo. Ho collaborato con l’associazione A Sud e con il Centro di documentazione sui conflitti ambientali nel campo della cooperazione e della ricerca sulle questioni legate ai conflitti ambientali. Dottore in Diritto agrario, alimentare e ambientale nazionale e comunitario con una tesi sulla teoria dei beni comuni declinata su terra, biodiversità, acqua, ambiente, dal 2006 sono iscritto all’albo dei pubblicisti. Ho lavorato presso la rivista Diritto e giurisprudenza agraria, alimentare e dell’ambiente.
Fotografo, presente indicativo, prima persona singolare. Sono coautore di “Italian Offshore“, documentario d’inchiesta sulle trivellazioni petrolifere nei mari italiani. Nel 2016 ho curato per A Sud la pubblicazione “Crisi ambientale e migrazioni forzate. L’indata silenziosa oltre la fortezza Europa“.
Questo nel caso in cui un curriculum vitae possa servire a dare credibilità a quel che si scrive! Credo, infatti, che più che il saper fare qualcosa, conti nella vita la capacità di essere fedeli, in quel che si fa, a ciò che si è e a ciò che si pensa. Questo distingue una biografia da un curriculum vitae. Si tratta, appunto, di non scindere ciò che si è e si pensa dalle proprie azioni e parole, rispondere a un’idea e a chi con te la sostiene. Di solito, quelli che vivono così li riconosci dalla decisione delle proprie azioni, dalla mancanza di arroganza, dalla semplicità del linguaggio, schietto e diretto, con cui illuminano anche le idee e i concetti più profondi e difficili, rendendoli chiari e comprensibili a tutti. Le parole, quando troppe e complesse, servano a nascondere più che a dire qualcosa: soprattutto, “la parola è l’ombra dell’azione”.

Blog di Salvatore Altiero

Economia & Lobby - 30 agosto 2018

Un Paese che crolla, lo Stato che arretra e le holding che costruiscono fortune

“Pensammo una torre, scavammo nella polvere”. Davanti al calcestruzzo sgretolato di Ponte Morandi, questo verso di Pietro Ingrao, non certo riferito alla caducità del cemento, esprime bene la realtà di un Paese che ha rinunciato a costruire ponti e nasconde i propri problemi più profondi dietro la necessità di alzare barriere. Passato il lutto, ben elaborato […]
Politica - 14 giugno 2018

Torre del Greco, la mia campagna elettorale e il sospetto dei voti comprati

È stata la mia prima campagna elettorale da candidato. Domenica avrei dovuto serenamente aspettare il risultato di un mese pieno di incontri, in cui ho provato ad affermare che anche in un Comune commissariato della Campania – con un ex sindaco finito sotto inchiesta per tangenti sui rifiuti – può essere possibile cambiare la politica, riprendendo […]
Diritti - 7 marzo 2018

Migranti ambientali, l’Italia riconosce la protezione umanitaria a chi ‘scappa dal caldo’

“Facciamo fatica a trovare un piatto di riso per andare avanti e continuiamo ad indebitarci. Sono partito per la Libia in cerca di un lavoro. Per pagare il viaggio ho contratto altri debiti e ora ho paura di tornare nel mio Paese”. Le alluvioni hanno costretto la sua famiglia a vendere la terra, unica fonte […]
Ambiente & Veleni - 17 luglio 2017

Incendi, la Campania continua a bruciare: l’emergenza è un business

Da giorni ormai la cenere e il rumore degli elicotteri accompagnano la vita di chi abita alle pendici del Vesuvio. Tutto questo non ha nulla a che fare con il caldo e l’aridità. La puzza di bruciato graffia la gola, la polvere passa attraverso i vestiti, scurisce la pelle, brucia dentro, fa rabbia. Questo rimarrà […]
Ambiente & Veleni - 17 maggio 2017

Pomezia, l’incendio alla Eco X e l’assicurazione che non garantisce

L’incendio della Eco X di Pomezia è un disastro ambientale annunciato ed evitabile. I cittadini segnalavano da tempo l’eccessiva quantità di rifiuti presente all’interno dell’azienda e, già prima del risultato dei rilievi tecnici, sapevano della presenza di amianto. La magistratura indaga sulle responsabilità dell’amministratore unico, Antonio Buongiovanni, ma quell’impianto poteva essere bloccato prima per il venir meno […]
Ambiente & Veleni - 22 novembre 2016

Referendum, un Sì a sostegno di finanza e grandi opere

È come il passaggio del Mar Rosso, un evento dal pathos biblico, di più, è come Italia-Germania 4-3: il 4 dicembre si cambia o si torna indietro, rispetto a cosa non importa granché nella vaghezza sconclusionata delle indicazioni di voto. Il fronte del No è quel caos politico che spazia da Berlusconi a Fassina, passando per Calderoli, Brunetta e […]
Ambiente & Veleni - 19 giugno 2016

Pfas Veneto, veleni a “catena corta”: la Regione stabilisce limiti meno restrittivi – 2a parte

QUI la prima parte Nel 2015, Greenpeace ha lanciato un allarme sulla presenza di fluorurati (Pfc) nell’ambiente, contaminanti presenti persino in luoghi remoti del pianeta, in grado di accumularsi nell’organismo e con processi di biodegradazione molto lenti. I Pfas, rilevati in alte concentrazioni, nell’acqua potabile in Veneto sono fluorurati cosiddetti a “catena lunga”, sostituiti negli ultimi anni, […]
Ambiente & Veleni - 15 giugno 2016

Pfas Veneto, solo la punta di un iceberg. Ecco tutti i veleni da bere – 1a parte

“Potabile e contaminata”, una contraddizione che, tra vuoti normativi, deroghe sulle soglie di contaminazione e incertezza scientifica sui rischi per la salute umana, minaccia migliaia di cittadini. Il caso più recente, in Veneto, riguarda i Pfas, composti chimici utilizzati per la fabbricazione di materiali resistenti ai grassi e all’acqua, come goretex e teflon, ma anche […]
Ambiente & Veleni - 17 marzo 2016

Trivelle, corsa al petrolio nei mari italiani tra referendum e riforma costituzionale

È stata definita una svolta epocale, eppure, a pochi mesi dalla Conferenza ONU di Parigi sui cambiamenti climatici, bisogna fare i conti con l’imperturbabilità di una corsa al petrolio e alle fonti fossili che riguarda l’Italia come il resto del mondo. La Strategia Energetica Nazionale approvata dal Governo Monti nel 2013 lo diceva chiaramente: “l’opportunità […]
Mondo - 17 ottobre 2015

Attacco ad Ankara, il terrore turco pesa anche sull’Europa dei respingimenti /2

(Continua da qui) Perché l’Europa fa spallucce alle politiche di Erdogan Non è un’associazione immediata, ma l’impatto mediatico e politico che il corteo di Ankara avrebbe avuto, se non fosse stato interrotto dall’attentato, ha qualcosa a che fare con le recenti immagini delle marce dei migranti diretti in Austria. Un fiume di persone a piedi […]
Il ministro dell’Economia Tria: “Il tetto del 3% criticato pure da chi lo inventò, ma diverso è dire che lo supereremo”
Pmi, a settembre le banche battono cassa. Cosa fare per combattere la (finta) stretta del credito

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×