/ di

Nello Trocchia Nello Trocchia

Nello Trocchia

Cronista

Sono nato, nel 1982, a Nola, comune in provincia di Napoli, terra natia di Giordano Bruno. Sono inviato della trasmissione Piazzapulita, in onda su La7. Collaboro da tempo con il Fatto Quotidiano. Scrivo anche per l’Espresso e, per qualche anno, ho lavorato per Rai2. Sono un cronista, precario dell’informazione. Ho firmato Federalismo Criminale, nel 2009, Nutrimenti, menzione speciale al premio Giancarlo Siani, primo libro inchiesta sui comuni sciolti per mafia; La Peste, nel 2010, (con Sodano) sulla cricca politico-criminale che ha realizzato il sacco ambientale in Campania; Roma come Napoli, nel 2012, Castelvecchi (con Bonaccorsi, Sina); Io, morto per dovere, nel febbraio 2016, Chiarelettere (Con Luca Ferrari e Monica Dobrowolska Mancini). Ho partecipato al libro collettivo Strozzateci tutti, Aliberti. Ho scritto per il teatro: La Peste, tratto dall’omonimo libro e Le Rovine di Adriano. A volte qualche inchiesta provoca reazioni, da agosto 2015 sono sottoposto a vigilanza dei carabinieri per aver subito minacce da un boss di camorra per alcuni lavori pubblicati sul Fattoquotidiano.it. Nel 2015 ho ricevuto il premio ‘Paolo Borsellino’ e il premio Articolo21 per la libertà di informazione. La mia frase preferita per raccontare questo lavoro, bello e difficile, è incasellata nel film Fortapàsc, storia di Giancarlo Siani, faro ed esempio, cronista ucciso dalla camorra nel 1985: “Gianca’ ‘e notizie so’ rotture ‘e cazz”.

Blog di Nello Trocchia

Mafie - 21 novembre 2018

Casamonica, demolire quelle ville è un passo importante. Ma non accontentiamoci degli spot

“Questa è casa nostra” urlò uno dei Casamonica mentre documentavo l’arresto di Antonio Casamonica dopo l’aggressione al Roxy bar. Era il maggio scorso. In quella frase c’è tutto il mondo dei Casamonica, la sicumera di farla franca, l’impunità diffusa, l’orgoglio dell’appartenenza. Otto ville di appartenenti alla famiglia, ieri mattina, sono state interessate da un’operazione dei […]
Politica - 2 giugno 2018

Governo del cambiamento? L’inizio non promette niente di buono

Per giudicare il governo bisogna aspettare i risultati e i provvedimenti, ma sulla composizione del governo e sulle trattative per comporlo si possono fare alcune riflessioni. Patto con la Lega Il patto con la Lega era chiaro già due mesi fa, chi scrive ha realizzato due servizi televisivi per Nemo, chiarendo che era l’ipotesi alla […]
Mafie - 12 aprile 2018

Mafia, vogliono uccidere Paolo perché ha fatto il cronista. Invece il boss Giuliano è libero

Salvatore Giuliano è libero. Il boss Salvatore Giuliano che controlla Pachino, provincia di Siracusa, con il suo gruppo criminale è libero. Esce, incontra persone, chiacchiera, si gode il sole. Proprio lui, protagonista della pianificazione, come emerso da un’inchiesta della Procura di Catania, di un attentato omicida nei confronti del giornalista Paolo Borrometi. Vogliono uccidere Paolo […]
Mafie - 10 agosto 2017

Foggia, la mafia fa notizia solo quando ti entra in casa

La mafia uccide chi lavora, ammazza due contadini, gente che ha visto l’alba ogni giorno, che ha vissuto nella quotidiana fatica. Luigi e Aurelio Luciani non torneranno più a casa, morti ammazzati dai killer perché testimoni. Aurelio Luciani non vedrà la nascita della sua terza figlia. Cosa racconteranno alla bimba? Papà è morto ammazzato in […]
Mafie - 19 maggio 2017

‘Camorra nostra’, oltre Gomorra: quando Cutolo pisciò addosso a Totò Riina

“Bevi. Famm capi si me pozz fida e te”. Questa frase è diventata un classico del genere crime, pronunciata dal boss Pietro Savastano al giovane rampollo Ciro Di Marzio in una puntata della serie Gomorra. ‘Bevi, devo capire se posso fidarmi di te’ un giuramento mafioso 2.0, un patto di fedeltà e affiliazione. Il piscio come […]
Sport & miliardi - 15 febbraio 2017

Real Madrid-Napoli, giochiamo con l’uomo in più

Questa sera c’è Real Madrid-Napoli e ognuno scioglie la tensione come crede. Io ho scritto questo post qualche settimana fa dopo un pareggio con avversari che giocavano in 11 dietro la linea della palla. E’ ispirato ad uno dei miei film preferiti: L’uomo in più di Paolo Sorrentino. C’è un maestro a Napoli, un altro. […]
Mafie - 21 gennaio 2017

Rosaria Capacchione, la giornalista che dava fastidio alla Camorra dei rifiuti

C’è una storia di 28 anni fa che torna di attualità in questi giorni e che bisogna raccontare perché lascia alcune domande senza risposta. “Rosaria Capacchione dava fastidio, nel 1989 Giacomo Diana voleva farla uccidere, io mi opposi perché sarebbe finito l’affare dei rifiuti”. Il particolare inedito lo svela Nunzio Perrella, ex camorrista, che ho […]
Politica - 16 dicembre 2016

A Roma i cinquestelle hanno fallito. Ma il disastro si poteva evitare

Contro chi scriveva di Raffaele Marra, di Paola Muraro sono arrivati solo insulti e indifferenza eppure bastava leggere le inchieste pubblicate per evitare il disastro. Ora Paola Muraro si è dimessa perché indagata, Raffaele Marra è stato arrestato per corruzione. Un partito che è andato al potere al grido di onestà dovrebbe praticare, oltre che […]
Giustizia & Impunità - 30 settembre 2016

M5S, sul caso Muraro i 5 Stelle si comportano come gli altri partiti

Paola Muraro, assessora all’ambiente del Comune di Roma, è indagata anche per abuso d’ufficio in concorso con Giovanni Fiscon, ex dg di Ama. Per rinnovare la politica bisogna necessariamente arrivare prima della magistratura, principio che con l’ingresso del M5S in politica si è nuovamente riempito di significato, solitamente ignorato dal sistema dei partiti, ma che […]
Politica - 4 settembre 2016

Roma, Paola Muraro è ancora assessore? Per me è delusione totale

Fin dall’inizio ho scritto tutte le criticità nella nomina e nel percorso di Paola Muraro. Oggi si scopre l’indagine a suo carico per alcune vicende, ampiamente raccontate, in merito al ruolo di referente ai controlli degli impianti di Tmb in attesa della sua audizione in commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti. Le considerazioni sono due. […]
Mafia nigeriana, sgominato a Cagliari gruppo criminale accusato di tratta di esseri umani, prostituzione e droga
Mafia, lettera di minacce all’avvocato Di Legami: gestisce beni sequestrati a Cosa nostra e ‘ndrangheta. Anche in Emilia

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×