/ / di

Nanni Delbecchi Nanni Delbecchi

Nanni Delbecchi

Giornalista

Redattore del Fatto, ha iniziato al Giornale di Montanelli, poi alla Voce, poi dove è capitato. Si fida del caso.

Articoli Premium di Nanni Delbecchi

Commenti - 19 novembre 2017

Fausto Brizzi, il nuovo cinepanettone nazionale

Non sappiamo se Fausto Brizzi sia “il Weinstein italiano” e vabbè, non passerà comunque alla storia come il più grande mistero d’Italia. Però qualcosa di molto italiano nella vicenda c’è, a partire da come le supposte molestie sono emerse; non tramite un’inchiesta del New Yorker, ma grazie alle anonime denunce rese alle Iene, programma Tv […]
Cultura - 17 novembre 2017

“A 73 anni canto l’amore, d’autore”

C’era proprio bisogno dell’album numero 40? Gianni Morandi se lo chiede da sé alla presentazione di D’amore d’autore, oggi in uscita, e mentre lo dice capisci che sì, c’era bisogno, perché è impossibile non accorgersi che a 73 anni ha ancora la vitalità e l’allegria contagiose di quando Luis Bacalov scrisse per lui Fatti mandare […]
Commenti - 17 novembre 2017

La Rai funziona quando torna a raccontare Renzo Arbore

Tutti gli artisti sono unici, ma Renzo Arbore è più unico degli altri: parafrasando Orwell, Giorgio Verdelli ha introdotto il suo bel ritratto del principe degli autori (Unici, Rai2, mercoledì sera). Per due ore la Rai è uscita dal sepolcro come Lazzaro; un miraggio tessuto dai ricordi di Fiorello, Gigi Proietti, Ugo Porcelli e dagli […]
Commenti - 14 novembre 2017

L’hamburger di Tulliani nella nuova Arena di Giletti

Massimo Giletti, per il cui ritorno Repubblica non ha speso una riga (tanto è il potere di Fabio Fazio sulla libera stampa), non ha sfruttato al meglio la volata tiratagli dalla dirigenza Rai. Non è l’arena (La7, domenica, 20.30) è una versione long size ma anche low cost dell’Arena alimentata dalla voglia di rivalsa personale. […]
Commenti - 11 novembre 2017

Zagaria, droga e omicidi ok

La vita è dura, ma anche la fiction non scherza. Abbiamo visto come Gomorra venga accusata di danneggiare l’immagine di chi vive a Secondigliano; ed ecco ora, per il principio di Archimede, il boss dei casalesi Michele Zagaria chiedere 100 mila euro di risarcimento alla casa di produzione Lux Vide come corrispettivo per i danni […]
Commenti - 10 novembre 2017

Dago, il nuovo edonismo è al gusto di robot

“Non mi piace il futuro: arriva sempre troppo presto”. Roberto D’Agostino ha l’aria di bluffare quando cita Albert Einstein nella nuova serie di Dago in The Sky (SkyArte, martedì, 21.15). A lui il futuro è sempre piaciuto, a volte lo ha perfino anticipato, quando negli anni 80 divenne aedo dell’edonismo reaganiano, o quando con il […]
Commenti - 7 novembre 2017

“Celebration“, il megasurgelato della copiatura (povero Totò)

Si è concluso sabato scorso su Rai1 Celebration: ecco un varietà di cui non sentiremo la mancanza, e pensare che si proponeva di farci sentire la mancanza del varietà. In Rai stupiscono per i flop d’ascolto sistematici nei capisaldi della programmazione settimanale, in sinistro parallelismo con i flop elettorali del Partito democratico, ma a pensarci […]
Commenti - 4 novembre 2017

La famiglia Rodriguez alla conquista del mondo

La cruciale figura di Cecilia Rodriguez, pioniera del Grande Fratello Vip, ci addita nuove frontiere mediatiche. Con la sua consacrazione virale, dalla Tv al Web, cambia l’asse ereditario della vippità. Finora ci si era fermati ai “figli di”, ai “genitori di”; invece Cecilia Rodriguez è Vip in quanto “sorella di” un’altra Rodriguez, Belen. Non ha […]
Commenti - 3 novembre 2017

Casa Mika: il varietà oggi, ma solo per fiction

La seconda edizione di Casa Mika (Rai2, martedì sera) è la naturale prosecuzione della prima e questo significa partire col piede giusto. Anche se gli ascolti della prima puntata non sono stati entusiasmanti, c’è di che essere ottimisti. Nessun effetto fotocopia, anzi, questa volta è più evidente e meglio espressa l’idea di fondo, far rivivere […]
Commenti - 31 ottobre 2017

Minoli, Gori e il flop delle Parodi a Domenica In

“Due potestà, due canizie, due esperienze consumate si trovavano di fronte. Il magnifico signore fece sedere il padre molto reverendo, sedette anche lui, e cominciò”. Impossibile non pensare alla celebre scena manzoniana, con Giovanni Minoli nel ruolo del conte zio e Giorgio Gori in quello del padre provinciale Faccia a faccia (La7, domenica, 20.30). Ad […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×