/ di

Ivan Cavicchi Ivan Cavicchi

Ivan Cavicchi

Docente all'Università Tor Vergata di Roma, esperto di politiche sanitarie

Insegno Sociologia delle organizzazioni sanitarie e Filosofia della medicina all’università Tor Vergata di Roma, alla facoltà di Medicina. Primo ero alla “Sapienza”.

Da sempre mi occupo di politiche sanitarie e di problemi filosofici della medicina. Sono stato responsabile della sanità della Cgil nazionale, ma prima lavoravo in un ospedale romano. Durante il primo governo Prodi, per riparare il disastro dello scandalo Poggiolini, fui chiamato a dirigere Farmindustria. Sono stato l’inventore di una rivista che oltre a me molti rimpiangono, Keiron, e che prendendo sul serio la nozione di “complessità” interconnetteva economia, etica e scienza avvalendosi delle più belle teste pensanti nel mondo. Finito il primo governo Prodi mi dedicai alla supervisione di importanti progetti di riorganizzazione dei sistemi sanitari. Con il secondo governo Prodi invece sono stato “consigliere scomodo” cioè un rompiscatole che non condivideva le politiche sanitarie del ministro del tempo.

Partecipo a molti convegni, conferenze, dibattiti, seminari forse perché sono considerato un neoriformista post-moderno indipendente, cioè uno con un proprio pensiero di cambiamento. Da sempre scrivo libri, scrivere in realtà è praticamente la mia prima professione.

Mi è stata conferita la laurea honoris causa in medicina e chirurgia. Alla cerimonia piansi come un vitello svitellato. Essere autonomi di testa più che riformisti post moderni significa non avere una vita facile.

La mia bibliografia completa può essere consultata su www.ivancavicchi.it

Blog di Ivan Cavicchi

Economia & Lobby - 12 dicembre 2017

Sciopero dei medici, temo che anche stavolta vi accontenterete di una mancetta

Con la fiducia posta al Senato dal governo sulla Legge di bilancio, penso che la penosa tarantella sui contratti della sanità ma più in generale sul ri-finanziamento della sanità sia finita. Aderisco idealmente allo sciopero dei medici ma nello stesso tempo devo ammettere su di esso ho un dubbio sia sull’efficacia di una tardiva opposizione al governo […]
Politica - 4 ottobre 2017

Giuliano Pisapia, il superticket è iniquo ma è tutta la sanità allo sfascio

L’incontro di lunedì tra Campo progressista, Movimento democratici e progressisti e governo sull’aggiornamento del Def, ovvero la legge di bilancio, mi ha lasciato francamente senza parole. Applaudo, quindi, al ravvedimento di Mpd che si sfila dagli impegni politici presi incautamente in quella circostanza perché ritengo che appoggiare una politica economica antipopolare per chi fa opposizione sia praticamente […]
Società - 2 ottobre 2017

Sanità a Roma, che c’entra la Raggi? Basta con l’uso pornografico della scienza

Sapete che cos’è la regola transitiva? Se A è uguale a B e B è uguale a C, allora si può dire che A è uguale a C. Facciamo un esempio a caso: – se la salute a Roma è la peggiore d’Italia e Roma è amministrata dalla Raggi allora la salute peggiore di Italia è […]
Società - 29 settembre 2017

Vaccini, perché obbligare indiscriminatamente è anticostituzionale

Nella corposa discussione che è seguita ai miei precedenti post sulla legge dei vaccini, sono emersi da parte di alcuni lettori dubbi sulla mia tesi circa la non costituzionalità della legge. Siccome io credo che in futuro, anche se in tempi non brevi, sarà su questo terreno che si giocherà la partita o meglio sarà […]
Società - 18 settembre 2017

Vaccini, perché obbligare? Ecco i veri motivi della legge Lorenzin

Fermo restando il mio – più volte ribadito (anche su questo blog) – favore scontato per la profilassi delle malattie, ho sempre pensato e continuo a pensare che la legge fatta dal governo sui vaccini sia brutta, sbagliata, incivile e per certi versi assurda. Ma perché? A parte le ragioni di merito su cui abbiamo discusso tanto, […]
Società - 24 luglio 2017

Vaccini, cosa avrei detto in Commissione se la mia audizione non fosse stata soppressa

Questa mattina sarei dovuto essere in Commissione Affari sociali e Sanità della Camera invitato per un’audizione sul decreto vaccini. Come sapete, il testo è stato licenziato al Senato. Non ci sono andato perché le audizioni sono state soppresse: per stare nei tempi, cioè per riconvertire il decreto in legge, la Camera dovrà sbrigarsi. Un altro strappo alla […]
Società - 11 luglio 2017

Vaccini: dopo lo schiaffo di Pesaro, il governo impone la fiducia e si rifiuta di mediare

Me l’aspettavo: dopo la grande manifestazione di Pesaro di ben 10.000 free vax (40mila secondo gli organizzatori), il governo ha autorizzato la fiducia sul decreto vaccini considerandolo un atto fondamentale della propria azione politica e facendo dipendere dalla sua approvazione la propria permanenza in carica. Incredibile! Probabilmente quella manifestazione è stata percepita come una minaccia: il governo non era sicuro di […]
Società - 27 giugno 2017

Bimbo leucemico morto di morbillo, tutti contro i genitori. Ma il fanatismo no vax non c’entra

Sono rimasto senza parole dopo aver letto l’articolo di Massimo Gramellini sul Corriere della Sera (23 giugno 2017) a proposito del bambino leucemico di Monza morto dopo aver contratto il morbillo. Come quando qualcosa di brutto ti viene sbattuto in faccia dalla persona dalla quale meno te lo aspetti. Oltre alla cosa brutta in sé […]
Politica - 19 giugno 2017

Vaccini, due proposte di legge Mdp e M5S superano lo scoglio dell’obbligatorietà

Art1-Mdp  ha presentato in Senato un disegno di legge: “Disposizioni in materia di malattie infettive prevenibili con le vaccinazioni”. La stessa cosa più o meno ha fatto il Movimento cinque stelle. Il significato politico di queste proposte è davvero notevole: rispondere al tentativo del governo di estendere l’obbligatorietà vaccinale in modo ingiustificato con il suo […]
Società - 13 giugno 2017

Decreto vaccini: il corto circuito tra affari, una scienza usata male e una politica senza politica

Sia chiaro io credo giusto riportare la copertura vaccinale nel nostro paese nei livelli di sicurezza convenzionale, ma dissento sull’imbroglio che il decreto rappresenta. L’imbroglio, vaccini a parte, sono i vaccinatori d’assalto. Per costoro i vaccini sono un treno che passa e che per tante e diverse ragioni di bottega conviene cogliere al volo perché […]
Montepaschi e le sue sorelle
Ryanair minaccia chi sciopera. Davvero pensate che nessuno paghi il prezzo dei vostri low cost?

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×