/ di

Ivan Cavicchi Ivan Cavicchi

Ivan Cavicchi

Docente all'Università Tor Vergata di Roma, esperto di politiche sanitarie

Insegno Sociologia delle organizzazioni sanitarie e Filosofia della medicina all’università Tor Vergata di Roma, alla facoltà di Medicina. Primo ero alla “Sapienza”.

Da sempre mi occupo di politiche sanitarie e di problemi filosofici della medicina. Sono stato responsabile della sanità della Cgil nazionale, ma prima lavoravo in un ospedale romano. Durante il primo governo Prodi, per riparare il disastro dello scandalo Poggiolini, fui chiamato a dirigere Farmindustria. Sono stato l’inventore di una rivista che oltre a me molti rimpiangono, Keiron, e che prendendo sul serio la nozione di “complessità” interconnetteva economia, etica e scienza avvalendosi delle più belle teste pensanti nel mondo. Finito il primo governo Prodi mi dedicai alla supervisione di importanti progetti di riorganizzazione dei sistemi sanitari. Con il secondo governo Prodi invece sono stato “consigliere scomodo” cioè un rompiscatole che non condivideva le politiche sanitarie del ministro del tempo.

Partecipo a molti convegni, conferenze, dibattiti, seminari forse perché sono considerato un neoriformista post-moderno indipendente, cioè uno con un proprio pensiero di cambiamento. Da sempre scrivo libri, scrivere in realtà è praticamente la mia prima professione.

Mi è stata conferita la laurea honoris causa in medicina e chirurgia. Alla cerimonia piansi come un vitello svitellato. Essere autonomi di testa più che riformisti post moderni significa non avere una vita facile.

La mia bibliografia completa può essere consultata su www.ivancavicchi.it

Blog di Ivan Cavicchi

Politica - 13 novembre 2018

Sanità, aumentare il potere delle Regioni potrebbe rivelarsi una fregatura per i cittadini

La questione del “regionalismo differenziato” di cui ho parlato nei precedenti post rischia di tradursi in un’autentica arlecchinata istituzionale e di rivelarsi come una falsa soluzione ai problemi innegabili di governo della sanità. Tradotto: una sonora fregatura per i cittadini e nello stesso tempo, una questione politica divisiva tra Lega e Movimento 5 stelle. Il […]
Società - 5 ottobre 2018

Sanità, i Lea dicono che Calabria e Campania non garantiscono servizi adeguati. Ma io non mi fiderei

Se fossi in voi non crederei troppo ai risultati del monitoraggio fatto nel 2016 sui Lea dal Ministero della Salute e che ha riguardato sedici Regioni che in ragione di certi indicatori sono risultate tutte adempienti ad eccezione di Calabria e Campania. Anzi sostengo che tutte le Regioni ritenute dal monitoraggio adempienti sono in qualche […]
Politica - 26 settembre 2018

Sanità, affidarne il controllo alle Regioni è un atto eversivo

Più che una patata bollente è una vera bomba che se non disinnescata per tempo rischia di mettere tanto la Lega che il M5S in seria difficoltà. Mi riferisco alla proposta della ministra degli Affari regionali, Erika Stefani, di affidare la sanità alle Regioni. Le conseguenze sono facili da immaginare: fine del servizio sanitario nazionale, […]
Politica - 21 settembre 2018

Sanità, il governo sta per dare autarchia alle Regioni. Ma la salute è indevolvibile

Entro il 22 ottobre in coincidenza con l’anniversario del referendum sulla autonomia promosso dalla Regione Veneto, lo scorso anno, la ministra degli Affari regionali, Erika Stefani, porterà in Consiglio dei ministri un disegno di legge con il quale si dispone il trasferimento delle competenze in materia sanitaria, insieme ad altre 22 materie, dallo Stato centrale alla […]
Economia & Lobby - 9 luglio 2018

La Dignità è anche potersi curare. Oltre al lavoro va tutelata la salute

Il governo ha appena approvato il decreto Dignità. Bene. L’intento è, a condizioni economiche invariate, quello di ridurre la flessibilità dell’impiego della mano d’opera, condizione che nel Jobs act era necessaria ad accrescere il vantaggio d’impresa. La dignità di chi lavora contro la redditività dell’impresa. Confindustria, ed altri, non solo si sono dichiarati contrari, ma […]
Economia & Lobby - 25 marzo 2018

Sanità, ridurre gli sprechi moralizzando la scienza

Dopo il mio ultimo post, vorrei ritornare sull’articolo di Beppe Grillo sugli sprechi e le inutilità in sanità. La sua tesi di fondo è: parte della crescita della spesa sanitaria non deriva direttamente dalla crescita dei bisogni di cura della gente ma da fattori esterni quali scelte cliniche inappropriate da parte dei medici, induzione dei […]
Politica - 18 marzo 2018

Caro Beppe Grillo, cosa farà il Movimento 5 stelle per la sanità?

Beppe Grillo ha ragione. In sanità esistono tanti sprechi, tante inappropriatezze, tante inutilità. Sui numeri citati sarei più cauto ma sui fenomeni non ci sono dubbi. Ciò detto a me interessa capire “cosa” farà e “come” farà il futuro ministro della salute del Movimento 5 stelle a intervenire su questa materia. Anzi Beppe voglio essere […]
Elezioni Politiche 2018 - 13 marzo 2018

Elezioni 2018, come il Pd ha perso voti nella sanità e come può riconquistarli

Per il Pd la politica sanitaria è stata del tutta subalterna alle politiche economiche. Il diritto alla salute uguale per tutti sarebbe per il Pil un costo insostenibile. Un presupposto inaccettabile per tante ragioni morali e sociali ma soprattutto perché prima di tutto è falso. A certe condizioni le ragioni dell’etica e quelle dell’economia in […]
Elezioni Politiche 2018 - 17 gennaio 2018

Vaccini in campagna elettorale, dieci punti da chiarire per evitare strumentalizzazioni

In campagna elettorale riscoppia la polemica vaccini. Dieci punti per evitare equivoci, malintesi, strumentalizzazioni, e soprattutto per convincere le persone che dovranno votare alle tesi ragionevoli cioè quelle che non sono a priori pregiudizialmente contro i vaccini e che pur tuttavia obiettano sulle scelte non del tutto disinteressate fatte dal governo: 1. i vaccini in […]
Diritti - 21 dicembre 2017

Biotestamento, la Lorenzin si preoccupa dei cattolici ma non di spaccare in due il Sistema sanitario

E’ stata appena approvata la legge per le disposizioni anticipate di trattamento (Dat) e il ministro Beatrice Lorenzin, quindi il governo, ha aperto alla possibilità di fare obiezione di coscienza quindi di smentire la legge: “un’esigenza che va assicurata. Incontrerò operatori sanità privata cattolica“. Il governo che in questa faccenda ha ritenuto di non assumere alcuna posizione, […]
Sicurezza è libertà? Finalmente posso parlare bene del libro di Minniti
“Il paradiso dei ricchi”, viaggio nell’Europa dell’austerity che difende gli affari delle multinazionali: il libro di Leo Sisti

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×