/ di

Andrea Pomella Andrea Pomella

Andrea Pomella

Scrittore

Sono nato a Roma quando c’erano gli anni di piombo. Ho pubblicato monografie su Caravaggio e su Van Gogh, il saggio sulla povertà 10 modi per imparare a essere poveri ma felici (Laurana, 2012) e il romanzo La misura del danno (Fernandel, 2013). Una volta ad Ales mi hanno dato il premio Gramsci per un racconto di guerra. Io ne vado molto fiero, Gramsci non so.

Blog di Andrea Pomella

Cultura - 3 Agosto 2011

Carlos María Domínguez e la follia dei libri

Tra i romanzi che quest’anno ho portato con me in vacanza c’era un libriccino di un’ottantina di pagine, un minuscolo gioiello sudamericano in blu Sellerio scritto da Carlos María Domínguez – giornalista e critico letterario argentino – e intitolato La casa di carta. Si tratta di un testo del 2001, pubblicato in Italia solo quest’anno, […]
Cultura - 22 Luglio 2011

Pier Vittorio Tondelli, la grande occasione perduta

In un giorno remoto della mia vita ho giurato che non avrei letto un solo libro di quelli imposti dalla televisione o dal mercato, a costo di rimanere fuori dal coro, solo come un cane, fuori da tutto. In quello stesso giorno mi sono dato una regola: commemorare le ricorrenze della letteratura leggendo, o rileggendo, […]
Società - 15 Luglio 2011

Gli occhiali di Bisignani
e le scimmie di mare

Li avete visti gli occhiali di Bisignani? Sono occhiali da prima repubblica. Hanno la montatura invasiva, quella che consente di guardare bene dappertutto, di non lasciarsi sfuggire i contorni delle cose. Esprimono l’invenzione di un tipo di corpo, un corpo politico indifferente all’esibizione di sé, ma funzionale al disbrigo di “faccende”. Il loro aspetto ci […]
Economia & Lobby - 12 Luglio 2011

Berlusconi, il piccolo re shakespeariano

Una volta d’estate non succedeva niente. Oggi invece crollano i paesi. Una volta questo era il periodo ideale per far passare leggi controverse, perché l’attenzione della gente – si diceva – è bassa. Oggi le leggi controverse provano a farle passare ogni mese dell’anno. I telegiornali estivi di un tempo erano la quintessenza dell’inessenziale, lunghi […]
Società - 1 Luglio 2011

Debiti, per ritornare finalmente a vivere

Ha la schiena di bronzo. Vuol dire che viene a stendersi al sole di Villa Ada ogni giorno di questa vita. Ha intorno ai sessant’anni, una manciata di grano per i piccioni, due sandali francescani e un paio di bermuda da pescatore. Si chiama Renato. Cioè, non so se si chiami veramente così, però ha […]
Diritti - 27 Giugno 2011

Matrimoni gay: anche Dio era progressista

Perché in Italia i governi di destra durano mediamente di più di quelli di sinistra? Mi ponevo questa domanda riflettendo sul recente sì alle nozze tra omosessuali approvato dallo Stato di New York, un fatto che secondo me si rifletterà su quell’ipotesi di coalizione che dovrebbe mettere insieme Pd, Sel e Idv alle future elezioni […]
Cronaca - 16 Giugno 2011

Brunetta e la reazione del popolo della rete

Due cose non mi sono piaciute a margine di quello che è successo alla Giornata dell’Innovazione durante la quale Brunetta ha insultato i precari definendoli “l’Italia peggiore”. Premetto che penso tutto il male possibile del ministro della Funzione pubblica, che ritengo un pericoloso oltranzista totalmente incapace di adempiere al ruolo che gli è stato accordato, […]
Società - 7 Giugno 2011

Dopo Milano e Napoli siamo di nuovo liberi?

C’è un profondo contrasto nella calma dell’alba quando la notte appena trascorsa è stata rutilante. Così, appena una settimana fa, subito dopo le elezioni amministrative, una metà degli italiani (me compreso) era alle prese coi festeggiamenti per l’ormai prossima “liberazione nazionale”, e ora che il fumo magico dell’allegria e della sbornia si è dissolto, siamo […]
Politica - 24 Maggio 2011

Milano vota consapevolmente

Ogni giorno che passa la campagna elettorale di Milano assume connotati sempre più surreali. Fra tormentoni che impazzano sul web, militanti travestiti da rom, finte aggressioni, la cronaca politica di questi giorni sembra una vecchia distopia americana, o peggio, un film di Mel Brooks in cui ti aspetti di veder passare da un momento all’altro […]
Politica - 17 Maggio 2011

Milano, chiamami
ancora amore

Se questa non è la fine del berlusconismo è come minimo qualcosa che gli assomiglia. Una prova generale, mettiamola così. Sebbene il berlusconismo, come pulsione ai disvalori e fenomeno di pensiero, molto probabilmente sopravvivrà a lungo al suo diretto ispiratore, avendo intaccato in profondità la società e allevato le ultime generazioni di nuovi italiani, i […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×