/ /

Scelti da Il Fatto Quotidiano

Giovanni Iacomini

Professore di Diritto ed Economia nel carcere di Rebibbia

Nato e cresciuto a Tagliacozzo, in Abruzzo. Maturità scientifica, laurea in Scienze politiche alla Sapienza. Vivo a Roma, dove ho fatto gli studi universitari, il militare come Vigile del fuoco e da quasi vent'anni insegno dentro Rebibbia.

Amo viaggiare. Ho visitato, in buona parte in bicicletta, quasi tutte le regioni italiane ed europee e mi sono spinto in vagabondaggi in tutti e cinque i continenti. Passione e curiosità per la scoperta di luoghi e culture differenti, raccolti in reportage fotografici.

Non posso fare a meno di leggere MicroMega (http://temi.repubblica.it/micromega-online/), scrivere di politica, ascoltare i Pink Floyd, vedere certi film, girare per le città in cerca di arte, godere della natura, riconoscere la bellezza, respirare la libertà, parlare e scherzare con gli amici, immergermi in acque termali, stare al sole, guardare la luna, fare sport, pedalare, andare in montagna, soprattutto con gli sci da alpinismo sulla neve, infervorarmi alle partite di rugby.

Non ho mai smesso di studiare diritto, economia, storia e preistoria.

Seguo appassionatamente la politica: ho una ormai lontana esperienza settennale come consigliere comunale, indipendente in liste civiche. Continuo a definirmi illuminista senza partito, anzi orfano di una qualunque rappresentanza.

Le attività in carcere, oltre a quelle legate strettamente all'insegnamento, mi assorbono in maniera quasi preoccupante. Comunque, l’occupazione principale è badare a…moglie e due figli piccoli, rispetto ai quali mi sento un perfetto “mammo” del terzo millennio: stare con loro è l'esperienza più esaltante che si possa vivere.

Dedico quel poco che resta del tempo libero a riparare gli acciacchi di una vita di sforzi e attività sportive: Yoga, metodo DeRose.

Marco Ianes

Insegnante, progettista di impianti tecnologici, ambientalista vero

Sono un docente di elettrotecnica e impianti elettrici, progettista di impianti industriali e consulente tecnico ambientale e per l’energia. Mi occupo di ambiente e sviluppo sostenibile, cercando di identificare e progettare percorsi innovativi per risparmiare energia e per migliorare l’ambiente in cui viviamo, troppo spesso abbandonato o, peggio, maltrattato. Ho la speranza che, diffondendo una giusta cultura relativa ad uno sviluppo sostenibile, il mondo possa ancora cambiare. Utopia? Forse, ma non voglio credere che non sia possibile!

Domenico Iannacone

Giornalista e autore

Sono nato a Torella del Sannio in provincia di Campobasso e ho iniziato la mia carriera giornalistica sulle testate regionali Il Corriere del Molise e Il Quotidiano del Molise approdando poi all’emittente locale Teleregione di cui sono diventato caporedattore. La mia collaborazione a Raitre è iniziata nel 2001 con Okkupati, magazine sul mondo del lavoro . A partire dal 2004, sono stato inviato per la trasmissione Ballarò e poi per W l’Italia in diretta. Dal 2007 al 2012 ho firmato con Riccardo Iacona il programma Presa diretta. Nel 2008 ho realizzato per Raitre il film-documentario Vacanze d’Italia , dodici storie che raccontano senza filtri le vacanze degli italiani. Per cinque volte mi è stato assegnato il Premio Ilaria Alpi nella sezione “miglior reportage italiano lungo”: nel 2008 con Il Terzo Mondo, una discesa negli inferi di Scampia; nel 2010 con Il progetto, storia di un’Italia incosciente; nel 2011 con Evasori. Nel 2013 ho vinto il premio in due sezioni: CoopAmbiente con il reportage su La terra dei fuochi e il premio della critica. Ecco le motivazioni del premio della critica: “In ‘I 10 comandamenti’, Domenico Iannacone ha saputo indagare la realtà italiana con approccio inedito e folgorante. Nel racconto, a una cronaca fluida e mai retorica si è unita l’attenzione per il versante morale. Dolore, violenze, sopraffazione, o anche semplicemente la ragnatela delle debolezze umane, sono arrivate al telespettatore nella loro essenza più viva, filtrata dal mestiere di Iannacone ed esaltata dalla sua limpidezza personale. Così ogni storia si è fatta esperienza comune, brivido emozionante senza concessioni al pietismo. Nell’insieme, un prodotto giornalistico di livello assoluto, capace di fotografare speranze e frustrazioni della nazione intera. Un esempio di eccellenza al servizio, su Raitre, di un pubblico sempre più alla ricerca di verità e coraggio”. Da maggio 2013 nuovamente in video, sempre su Rai3, con i I dieci comandamenti, un programma di cui sono autore e conduttore.

Rosaria Iardino

Giornalista, esperta di diritti civili

Sono giornalista ed esperta di diritti civili e politiche sociosanitarie, temi che sostengo e promuovo da anni. Vivo a Milano  con la mia famiglia e negli anni ho maturato molteplici esperienze nel mondo associazionistico e dei diritti sia a livello nazionale che internazionale: è in questo modo che ho compreso che il bene sociale nasce anche dal mettersi al servizio della comunità. Sono presidente di Fondazione The Bridge e di Donne in Rete onlus, che si propone di tutelare la salute fisica e psicologica delle donne, e presidente onorario di Nps Italia onlus, il primo network interamente formato da persone hiv+, che ha come obiettivo l’informazione e la prevenzione in ambito di malattie sessualmente trasmesse.

Il giro del mondo contromano

A bordo della Rabmobile, auto quasi d'epoca

Di questi tempi è già una fortuna avere un passaporto valido per l'espatrio. Così abbiamo deciso di usarlo. Il giro del mondo senza un itinerario preciso, senza alcuna tappa certa, senza sapere esattamente quanti giorni e quanti soldi ci vorranno? Noi ci proviamo. Partenza da bollino rosso il 19 agosto, a bordo della “Rabmobile”, la Renault4 di Pietro che si prepara a festeggiare i 100mila chilometri. Noi, in due, siamo a 109 primavere. Nanni Delbecchi e Pietro Raboni

Marco Imperato

Magistrato

Sono un europeo apolide (nato a La Spezia, cresciuto a Milano, poi Sicilia e ora Bologna); faccio quello che ho sempre desiderato fare... ovvero il pubblico ministero. Dopo quattro anni in Procura a Marsala, dal 2008 lavoro in Emilia Romagna e sono membro dell'ANM, nella quale cospiro perché in Italia si affermi la legalità e venga difesa la nostra bellissima Costituzione.

Il mio libro più recente, edito per Effepi Libri s'intitola Dialoghi sulla Costituzione

In cento parole

incentoparole.it: Ogni giorno, cento nuove parole

Cento parole da condividere insieme. Senza immagini, musica né video di accompagnamento. Per una volta solo parole. Nell’aspirazione di offrire riflessioni feconde, da fecondare. Per argomenti che di mondiale abbiano il respiro o per lo meno un sussulto; pensieri senza una razza né un’identità se non quella umana. Per solcare un cammino interiore con vigore e educazione; pescare resurrezioni nel mare della propria memoria collettiva. Questo, con in disparte una consapevolezza: scrivere in italiano oggi è come comporre poesie in friulano trent’anni fa. Il tutto – titolo compreso – in cento parole, come queste. www.incentoparole.it Autore e curatore editoriale: Alessandro Berni @InCentoParole  

Giulia Innocenzi

Servizio Pubblico

Sono nata a Rimini e vivo a Roma da quando ho cominciato l’università, anche se sono riuscita a inserire alcune parentesi all’estero (un anno di liceo a Las Vegas, l'Erasmus a Parigi, un'esperienza di lavoro presso il Parlamento europeo a Bruxelles). Mi sono laureata in Scienze politiche alla Luiss con una tesi sulla partitocrazia e durante l’università ho lavorato per l’Associazione Luca Coscioni e per i Radicali. Nel 2008 mi sono candidata alle primarie per il Segretario dei Giovani Pd, e ancora aspettiamo i risultati ufficiali. Nell’attesa su Red tv ho condotto Punto G, programma di approfondimento sull’attualità politica. Sono approdata nella squadra di Michele Santoro nel 2009 con la conduzione di Generazione zero, lo spazio dedicato ai giovani di Annozero. In qualità di responsabile italiana della comunità di mobilitazione online Avaaz, ho portato avanti campagne contro i bavagli a internet e all'informazione e per leggi forti contro la corruzione. Sempre con Santoro ho partecipato a quell'incredibile esperimento che è stato Servizio Pubblico, prima trasmissione senza editore e senza rete, avviata solo grazie al finanziamento da parte di 100.000 cittadini. Poi ho condotto Announo, orgogliosa di aver messo al centro i giovani e temi tabù per la prima serata, come la legalizzazione delle droghe e gli allevamenti intensivi. Ho scritto due libri: Meglio fottere, che farsi comandare da questi e il libro-intervista a Margherita Hack La stella più lontana.

Intersos

Organizzazione umanitaria

Intersos è l’organizzazione umanitaria italiana in prima linea per portare aiuto in emergenza alle persone vittime di guerre, violenze e disastri naturali, con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili, come donne e bambini.

Sviluppo economico senza ministro. Ecco gli effetti collaterali
Costituzione a vanvera

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×