“Nel suo ultimo comunicato ci ha detto di fare la nostra parte per questo Paese. Anche io cercherò di fare la mia“. Sono le ultime parole che Alberto Angela ha voluto dedicare al padre scomparso sabato nel discorso tenuto in Campidoglio durante il funerale laico di Piero Angela. “Ha attraversato questo periodo con razionalità e i piedi per terra – ha raccontato il giornalista gli ultimi mesi di vita -. Quando ha saputo che fosse arrivato il suo tempo ha fatto un calcolo a spanne per realizzare le trasmissioni che sono ora in onda di Superquark, un disco jazz, i discorsi a noi familiari e a voi. Se ne è dopo 24 ore dall’ultimo”. “Aveva una quantità di esperienza – ha concluso Alberto Angela – una vita riempita ed è questo uno dei motivi per cui se ne è andato soddisfatto, come ci si alza da tavola dopo una cena con gli amici”.

“Ho avuto la sensazione di avere Leonardo da Vinci in casa, che dava la risposta giusta sempre con una capacità di sintesi e analisi in modo pacato. Lui amava ripetere un aforisma di Leonardo da Vinci: ‘Sì come una giornata ben spesa dà lieto dormire, così una vita ben usata dà lieto morire'”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

È morto Gene LeBell, addio al ‘Padrino del Grappling’, maestro di Bruce Lee e Chuck Norris

next
Articolo Successivo

Crisi energetica, faremo davvero la doccia fredda? Sul web spopolano i meme, ma l’esperto assicura: “Ci sono vantaggi per la salute”

next