Una nubifragio si è abbattuta stamani su tutta l’area tirrenica del Reggino, dove è caduta un’intensa pioggia accompagnata da raffiche di vento e da centinaia di fulmini e tuoni. A Scilla la situazione più difficile, dove è stato immediatamente istituito il Coc, (Centro Operativo Comunale) per coordinare gli interventi sul litorale investito da una imponente massa d’acqua che dal costone che sovrasta la marina grande ha invaso le strade trascinando nel fango auto e detriti. Le strade sono state invase. Danni ad alcune abitazioni e sul lungomare. L’ondata di maltempo ha interessato anche altri comuni della zona tirrenica come Palmi. Non si segnalano feriti, ma i danni, come accade ad ogni estate in presenza di precipitazioni brevi ma intense, sono evidenti. A Reggio Calabria una ventina al momento gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e cadute di rami di alberi sulle strade. La zona ionica della provincia di Reggio Calabria, secondo quanto riferiscono i vigili del fuoco del comando provinciale, è interessata solo da qualche raffica di vento e piovaschi sparsi senza, al momento, richieste di soccorso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lancia oggetti sulle auto e su un treno Italo: chiusa per ore l’A1 fra Lodi e Casalpusterlengo. Tre feriti, 5 km di coda e 30 macchine colpite

next
Articolo Successivo

Vaiolo delle scimmie, in Italia 644 casi confermati: in tre giorni +45. Il numero maggiore in Lombardia: 283 contagi

next