L’incontro tra il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il leader dei 5 Stelle Giuseppe Conte è stato rinviato. Il premier è infatti sui luoghi della tragedia della Marmolada e difficilmente rientrerà a Roma per tempo (il faccia a faccia era in programma alle 16). Per lo stesso motivo il consiglio dei ministri – fissato per le 18 – è in stand by. Draghi sarebbe dovuto arrivare in elicottero direttamente a Canazei ma per via del maltempo l’atterraggio è avvenuto a Verona e ora il capo del governo si sta spostando alle pendici delle Dolomiti in auto. Il premier e il leader del M5s hanno concordato di incontrarsi mercoledì 6 luglio alle 16.30.

Già stamani, riferiscono fonti del M5s citate dall’AdnKronos, Conte aveva inviato a Draghi un messaggio in cui aveva manifestato la disponibilità a posticipare l’incontro, così da poter permettere al premier di avere tutto il tempo necessario per il sopralluogo in un momento così delicato. Poco dopo Draghi e Conte si sono sentiti al telefono e hanno deciso di comune accordo di vedersi un altro giorno. Per queste stesse ragioni Conte ha deciso di rinviare anche il Consiglio nazionale del Movimento. “Giuseppe ha chiesto a Draghi di rinviare incontro causa tragedia della Marmolada. Essendo Draghi ora a Canazei, farlo tornare in questa situazione era fuori luogo. Quindi ci aggiorniamo”, ha scritto ai membri dei comitati il vicepresidente Riccardo Ricciardi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il M5s non è Grillo o Conte ma i suoi iscritti. Io sono uno di loro e lo difendo

next
Articolo Successivo

Lombardia, Fontana: “Regionali? Mi aspetto la conferma della mia candidatura da parte del centrodestra”

next