Da Enrico Bertolino a Raul Cremona, passando per Elio, Andrea Pisani, Giacomo Poretti e Andrea Pucci. I big della comicità milanese si schierano al fianco ella Fondazione Fiera Milano e della Fondazione Progetto Arca e invitano a partecipare alla raccolta fondi per aiutare le mense di Černivci e Mostys’ka, due città ucraine al confine rispettivamente con Romania e Polonia. Le due strutture realizzate e gestite da Fondazione Progetto Arca, grazie ai suoi 50 volontari, garantiscono ogni giorno oltre 3.000 pasti agli sfollati, prevalentemente donne e bambini, che fuggono dalla guerra. “Dai, dai, dona ora”, è l’invito dei comici che, gratuitamente, hanno prestato volto e battute al video realizzato per la raccolta fondi.

“Con il passare dei giorni e delle settimane è fondamentale non abituarsi alla sofferenza, mantenendo sempre altissima l’attenzione nei confronti di chi, in questo momento, vive una situazione tragica. Per questo continuiamo a impegnarci per aiutare la popolazione che da oltre 100 giorni è coinvolta nel conflitto”, spiega Enrico Pazzali, Presidente di Fondazione Fiera Milano. “Dopo gli aiuti alla fiera di Varsavia e a quella di Poznan, supportiamo ora Fondazione Progetto Arca nella sua preziosa attività ai confini con l’Ucraina. Questo video, realizzato grazie alla disponibilità degli artisti, che ringrazio dal profondo del cuore, vuole raggiungere il maggior numero di potenziali donatori, che siano aziende o privati cittadini e può essere condiviso da ciascuno sui propri canali di comunicazione”.

“Sottolineo anche io la necessità di non abituarsi a questa guerra così vicina, che porta privazioni e sofferenze senza pari – ha dichiarato Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca- I nostri operatori e volontari sono presenti in questa emergenza umanitaria fin dal primo giorno di conflitto, fedeli alla missione che ci guida ogni giorno: ‘il primo aiuto, sempre’. Un semplice motto che è diventato una vera e spontanea missione anche per gli amici di Fondazione Fiera Milano e per gli artisti coinvolti in questa azione umanitaria. Ringrazio – conclude infine Sinigallia – tutti loro di cuore perché il sostegno unanime donato a noi va direttamente alle migliaia di sfollati ucraini che ogni giorno ci aspettano per mangiare, per recuperare le forze e per cercare un po’ di pace”.

La collaborazione tra Fondazione Fiera Milano e Fondazione Progetto Arca per portare solidarietà ai profughi ucraini ha preso il via lo scorso 30 marzo con il primo convoglio umanitario organizzato inviato alla Fiera di Varsavia, divenuta centro di accoglienza. Sono seguite altre spedizione per un totale, a oggi, di 22 TIR e oltre 170 tonnellate di prodotti alimentari (pasta, pane, riso, formaggio, cioccolata, cibo per bambini e acqua), per l’igiene personale, pannolini, stoviglie monouso, coperte, sacchi a pelo ed altri beni di prima necessità, oltre a giocattoli e pelouche.

Privati e aziende possono contribuire versando il proprio contributo sul conto corrente Unicredit Banca IBAN IT35L0200801619000106043882 intestato a Fondazione Progetto Arca – Causale: Emergenza Ucraina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Biennale Teatro, dal 24 giugno al 2 luglio a Venezia: 7 appuntamenti che non potete perdervi

next
Articolo Successivo

Apre il nuovo resort di Cannavacciuolo in Toscana. Lo chef: “Ho cominciato facendo stage gratis ma i tempi sono cambiati: i ragazzi chiedono stipendi degni e tempo di qualità”

next