Matteo Bassetti è stato aggredito da una coppia no-vax che gli ha tirato addosso un cocktail in un locale di Santa Margherita Ligure mentre passava la serata con la moglie e un gruppo di amici. “Un’aggressione no-vax vera in un momento di spensieratezza – la definisce l’infettivologo genovese raccontando quanto successo sui social -. Mentre consegno la mia carta di credito per pagare il conto, da dietro mi arriva addosso un cocktail pieno di ghiaccio e del suo contenuto. I cubetti mi colpiscono la testa e il liquido mi corre lungo la schiena. Penso a uno scherzo. Mi giro e vedo una coppia che mi guarda molto aggressivamente e dopo che gli chiedo cosa avessero fatto scappa dal locale. Fuori dopo che erano scappati lontani, i miei amici dopo averli seguiti chiedono loro perché lo avessero fatto. I due gridano che io sono quello ‘che ha fatto le punturine che hanno ammazzato un sacco di gente’ e che mi meritavo di essere colpito e aggredito”. “Sono stanco di questi continui attacchi a me e alla mia famiglia. Sono francamente affranto e ormai senza parole. – incalza ancora Bassetti -. Io ho solo fatto il mio lavoro di medico spingendo le persone a vaccinarsi. Provo tristezza assoluta. Uno Stato che non sa tutelare e difendere i suoi medici, dopo quello che è capitato negli ultimi due anni, ha poco futuro”.

Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri che hanno identificato gli aggressori, intanto Bassetti ha ricevuto la solidarietà del ministro della Salute Roberto Speranza che ha parlato di “vile aggressione”. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha invece pubblicato su Twitter una foto della serata (a cui era presente) commentando così quanto accaduto: “Quella di ieri era una bella serata tra amici con Matteo Bassetti dopo due anni di restrizioni. La cosa più assurda è pensare che quelle persone erano lì anche grazie a lui che ha sempre combattuto in prima linea contro il Covid. Chissà se lo capiranno prima o poi, ma temo di no. Il vaccino contro l’ignoranza purtroppo non l’hanno ancora inventato. Forza Matteo, non mollare!”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Milano, il video della maxi rissa scoppiata in via Bolla: in strada persone armate di bastoni

next