Sono accusati di aver rapinato, lo scorso 18 febbraio, una banca di Poirino (Torino) i sei pregiudicati arrestati questa mattina all’alba dai carabinieri del capoluogo piemontese, su richiesta della Procura di Asti. Secondo gli inquirenti gli indagati, esperti rapinatori, si sarebbero introdotti in una filiale Unicredit a volto coperto e armati di pistola e coltelli: dopo aver immobilizzato con fascette di plastica dipendenti e clienti, i malviventi avrebbero prelevato il contenuto delle cassette di sicurezza, portando via oltre che al denaro contante, anche gioielli, pietre preziose e monete antiche. La rapina, che ricorda per certi aspetti il film “Inside Man”, fruttò un bottino di circa 500mila euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cei, l’arcivescovo di Bologna Zuppi è il nuovo presidente. La scelta del Papa dopo il pieno di voti all’assemblea della Conferenza episcopale

next