“Il Tg2 trasmette immagini di un videogioco e di una vecchia parata militare spacciandoli per i bombardamenti di queste ore a Kiev, Rainews usa un filmato di un’esplosione in Cina (2015) scambiandolo con l’attacco in Ucraina: possibile che nessuno controlli in Rai cosa va in onda?”. È un tweet del deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. Che scrive ancora: “1.700 giornalisti, decine di direttori e vicedirettori non bastano ad evitare simili errori? Che fine ha fatto la Task force contro la fake news? In questo modo viene usato il canone degli italiani? Imbarazzante disservizio pubblico”. A cosa si riferisce esattamente? È Simone Fontana, giornalista, ad aver scoperto quanto accaduto al Tg2 e ad averlo postato su Twitter: “Lo stesso servizio del @tg2rai contiene almeno un’altra topica clamorosa. Questa non è “una pioggia di missili” che cade sull’Ucraina, ma un filmato del videogame War Thunder“.

Ma perché dice “lo stesso servizio contiene un’altra topica clamorosa”? Semplice. “Come spesso accade durante i grandi avvenimenti vissuti in diretta, quando le notizie scarseggiano prolifera la disinformazione. Questo video pubblicato dal @sole24ore non mostra la Russia che “bombarda Kiev”, ma una parata militare del 2020” e, continua il giornalista, “lo stesso video è stato mandato in onda anche durante le edizioni principali del Tg1 e del Tg2“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

C’è Posta Per Te, Francesco Totti ospite della puntata di sabato 26 febbraio: parlerà di Ilary Blasi e della presunta crisi?

next
Articolo Successivo

Alberto Matano: “Ho un compagno e vorrei sposarmi. Figli? Forse è troppo tardi per diventare genitori”

next