Gli agenti della polizia di Stato di Milano hanno eseguito un’ordinanza cautelare ai domiciliari a carico di due italiani, pregiudicati, di 52 e 55 anni, ritenuti responsabili del furto di una Porsche 911 messo a segno in centro città il 5 settembre dell’anno scorso. L’indagine dei poliziotti del Commissariato Centro, coordinati dalla Procura di Milano, che avevano già recuperato e restituito al proprietario la vettura a inizio novembre, si è incentrata sulle immagini di videosorveglianza, su servizi di osservazione e pedinamento, nella raccolta testimonianze e nell’analisi del traffico telefonico. Il 5 settembre del 2021, intorno alle ore 20, tre uomini erano giunti a bordo di un’utilitaria in via Pontaccio, dove era parcheggiata la Porsche 911. Uno di loro aveva forzato la serratura della portiera dell’auto sportiva; in pochi secondi aveva forzato il blocchetto di accensione mettendo in moto l’auto ed era partito ad alta velocità, mentre i complici fuggivano a bordo dell’altra auto. All’azione avevano assistito due passanti ai quali era rimasta impressa l’imponenza fisica del ladro che era salito a bordo della Porsche. Gli agenti della Sezione Investigativa del Commissariato Centro hanno prima individuato l’autore materiale del furto, poi il complice che faceva da palo e il luogo in cui tenevano nascosta l’auto, trovata il 3 novembre a Bareggio, con targhe risultate di un’altra autovettura. Per questo è stato denunciato un altro italiano, custode della vettura per riciclaggio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, il presidente degli psicologi del Lazio: “Tra i giovani più ansia, depressione e autolesionismo. Effetti anche a lungo termine sulla psiche”

next
Articolo Successivo

Covid, Pregliasco: “Record di casi in Israele? Solo il 66% della popolazione è vaccinato, migliore l’approccio italiano”

next