Matteo Berrettini, dopo cinque set e una caduta che ha fatto preoccupare anche lo sfidante Carlos Alcaraz, si impone al tie break dell’ultimo set e passa il turno agli Australian Open, qualificandosi per gli ottavi di finale. Nell’afoso pomeriggio di Melbourne, il numero 7 Atp passa facilmente il primo set (6-2) e strappa il secondo (7-6). Nel terzo e nel quarto, però, (4-6, 2-6), il 18enne spagnolo numero 31 Atp giganteggia contro il finalista di Wimbledon, che però porta a casa il turno con un 7-6 nel quinto set.

“Arriverà il tuo turno, dice il leone al cucciolo”, scrive su Twitter una seguita pagina di tennis, “The tennis podcast“. Perché, anche se ne esce sconfitto, Carlos Alcaraz si è dimostrato una promessa del tennis mondiale. Infatti è andato vicino all’impresa di Rafa Nadal, suo mentore, per ora unico 18enne a battere uno della top 10 Atp in un Grande slam. Berrettini, anche lui molto giovane (25 anni), commenta nel post partita: “Alla sua età non ero neanche in classifica Atp, può solo migliorare”. Una vittoria sofferta alla Rod Laver Arena che però permette alla lista di italiani di andare avanti nel Grande slam, dopo l’eliminazione di Lorenzo Sonego (n° 21 Atp) contro il serbo Miomir Kecmanovic, 77simo nella classifica mondiale, al terzo turno degli Open di Australia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Novak Djokovic, la nuova rivelazione: “Ha comprato l’80% di un’azienda danese che mira a sviluppare una cura contro il Covid”

next