L’olimpionico francese Yannick Agnel, 29 anni e due ori nel nuoto a Londra 2012, è stato arrestato per abuso su almeno un minore a Parigi venerdì 9 dicembre. L’ex nuotatore è in custodia cautelare in questo momento accusato di una violenza che risalirebbe al 2016, anno in cui si è ritirato dallo sport. La denuncia arriva da un allora 15enne che si allenava sotto la guida dell’ex campione olimpico a Mulhouse, nella regione dell’Alsazia, dal 2014.

Il ragazzo ha sporto denuncia nell’estate del 2021 e le indagini sono andate avanti fino a dicembre ascoltando diversi nuotatori o ex nuotatori. Il procuratore di Mulhouse, Edwige Roux-Morizot, ha indicato che gli investigatori della polizia giudiziaria del luogo hanno arrestato il campione di nuoto nella capitale francese. Roux-Morizot ha poi confermato alle agenzie “l’arresto a fine mattinata a Parigi su commissione rogatoria di un giudice istruttore di Mulhouse, e la sua custodia cautelare per atti di violenza e aggressione sessuale su minori di 15 anni”. Dopo gli ori olimpici nei 200 metri e nella staffetta 4×100 nel 2012, Agnel aveva vinto anche il campionato del mondo di nuoto del 2013.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scandali, doping ed esigenze tv: boxe, pesi e pentathlon esclusi dalle Olimpiadi 2028. Entrano surf, skateboard e arrampicata

next