Dopo aver sottolineato il ruolo del Parlamento nel “consolidamento dell’unità del Paese”, Fico ha osservato, nella commemorazione della prima seduta della Camera a Montecitorio del Regno d’Italia, 150 anni fa, che “non possiamo oggi dimenticare che molto resta da fare per garantire la reale coesione e solidarietà tra le varie parti del nostro Paese. Dopo 160 anni dall’Unità permangono infatti gravi diseguaglianze territoriali, economiche e sociali. Impegno primario per le istituzioni deve essere quindi quello di adoperarsi per superare, in coerenza con il dettato della nostra Costituzione, divari inaccettabili che minano alla radice il senso di comunità. L’Unità è una conquista storica che va rinnovata e consolidata ogni giorno, combattendo tutte le diseguaglianze. In questo contesto – ha aggiunto – il Parlamento gioca un ruolo cruciale per rendere più efficace la sua azione ed essere sempre più vicino alle istanze dei cittadini”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforma Irpef, Landini critico col governo: “Non siamo disponibili a fare da spettatori. Politica industriale? Rischio di sprecare investimenti”

next
Articolo Successivo

Cannabis legale, nel governo asse M5s-Pd a favore. Dadone: “L’Italia dovrebbe valutare la liberalizzazione”. Orlando si associa, ma Gelmini: “Sensibilità diverse”

next