“Quello che vi stiamo per raccontare è un’incredibile storia d’amore. Lui è Roberto Cazzaniga, ex nazionale azzurro di pallavolo e lei è Maya, una bellissima modella brasiliana. Una storia che sembra una favola ma purtroppo non è così”, queste le parole di apertura del servizio de Le Iene andato in onda ieri 23 novembre.

I familiari e i compagni di squadra di Roberto si sono rivolti alla trasmissione di Italia Uno per metterlo di fronte ad una dura realtà: è stato vittima per 15 anni di una truffa che lo ha visto elargire denaro ad una donna con cui credeva di essere fidanzato, ma che non ha mai incontrato di persona. La sedicente Maya gli era stata presentata telefonicamente diversi anni fa da un’amica in comune di nome Manuela. In realtà la foto con la quale si mostrava era quella di Alessandra Ambrosio, la super-modella (lei veramente) famosa per essere stata dal 2004 al 2017 una delle testimonial di Victoria’s Secret.

Cazzaniga ha vissuto una storia finta, che ricorda per certi versi la vicenda di Pamela Prati e Mark Caltagirone. Convinto di parlare con Maya, in realtà pare che dall’altra parte della cornetta ci fosse Valeria, una donna sarda cui arrivavano i soldi che il pallavolista inviava periodicamente per consentirle di pagare le cure per problemi di salute, ovviamente inventati. “Un giorno lui era su in camera, al buio. Lo vedo piangere, gli chiedo cosa abbia e mi dice che si è innamorato ma questa donna è in terapia intensiva per un’operazione al cuore e non può avvicinarsi all’ospedale perché si arrabbierebbe”, ha raccontato Danilo, il fratello del pallavolista.

Operazioni e interventi per i quali Cazzaniga ha speso diversi soldi. Si parla di somme di denaro ingenti, per un totale di 700 mila euro tramite bonifici, tanto che lo sportivo è arrivato a chiedere dei prestiti per aiutare la fantomatica fidanzata virtuale. Solo adesso – grazie all’aiuto degli amici e della trasmissione condotta da Nicola Savino – il campione è riuscito a sporgere denuncia presso la Guardia di Finanza.

Il programma ha anche raggiunto la signora Valeria che, dapprima ha negato tutto, poi ha detto: “Mi stai rompendo il ca**o. Io sono Valeria e sono stata un’amica di Maya per molto tempo, l’ho conosciuta nel periodo in cui ho conosciuto Manuela. La postepay è la mia”. “E allora per quali motivi Maya si fa mandare i soldi sulla tua postepay?”, ha chiesto l’inviato. Silenzio. Poi Valeria ha detto: “Tanto qualunque cosa io ti dica, penso che tu non mi creda”. Infine, al telefono con Roberto: “Ci son dentro con tutte le scarpe. Come faccio a spiegartelo?”. “Ho tanti debiti, non è facile risvegliarsi da un coma”, ha commentato lo sportivo in lacrime. Adesso sarà la magistratura ad occuparsi dell’assurda vicenda.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Modella 22enne attaccata al volto da un pitbull: “Sono sfigurata ma l’intervento da 400 mila dollari mi aiuterà”

next
Articolo Successivo

Simpson, l’ultima puntata: la serie sta per finire per sempre?

next