Uno sport utility coupé elegante, con un Cx pari a 0,26 e un’autonomia di guida che può arrivare fino a 520 km: è questo, e in realtà molto di più, il nuovo modello della gamma elettrica appena svelato da Volkswagen.

Prodotta nello stabilimento carbon neutral di Zwickau, l’ultima arrivata si chiama ID.5 e dal prossimo anno andrà ad affiancare ID.3 e ID.4 nelle concessionarie italiane. Con le prime due elettriche della casa tedesca il nuovo modello condivide la piattaforma modulare MEB, mentre solo con la ID.4 in parte anche il design, differenziandosi per un’estetica meno marcata nonostante il carattere sportivo che gli conferisce lo spoiler. Negli interni, invece, riprende la stessa spaziosità del suv già sul mercato, dovuta anche agli stessi 2,77 metri di lunghezza del passo.

Annunciata in tre versioni, Pro, Pro Performance (a trazione posteriore) e la sportiva GTX (a trazione integrale), la ID.5 sarà dotata di altrettante potenze, rispettivamente da 128 kW (174 Cv), 150 kW (204 Cv) e 220 kW (299 Cv): quest’ultima è data sulla GTX – la prima delle tre che arriverà sul mercato in Europa – da due motori posti su entrambi gli assi che la portano a raggiungere fino a 180 km/h di velocità massima e a fare lo 0-100 km/h in 6,3 secondi.

Quanto alla batteria, questa si trova al centro del pianale e in corrispondenza dello spazio passeggeri, permette di avere un baricentro più basso e quindi anche una maggiore tenuta di strada. Volkswagen, però, ha previsto un’unica capacità di 77 kWh per tutte e tre le versioni, che garantisce un’autonomia di guida fino a 520 km (nel ciclo WLTP) alle versioni Pro e Pro Performance, e di 480 km alla sportiva GTX. Anche la potenza di ricarica è la stessa e di serie, da 135 kW, e permette di ridurre il tempo di sosta alle colonnine: ciò significa che per tornare ad avere 390 km di autonomia di guida su 520 sarà sufficiente attendere circa una mezz’ora.

L’abitacolo sia come spazi che come assetto richiama di nuovo quello della sorella ID.4: presenta un volante con comandi touch, un head-up display con la realtà aumentata e, centrale sulla plancia, un touchscreen da 12 pollici per gestire l’infotainment. La ID.5 guadagna poi nella capacità del bagagliaio, che va da 549 litri a 1.561 litri con i sedili abbattuti.

Su questo nuovo modello, inoltre, Volkswagen porta tanta tecnologia: il pacchetto di adas Travel Assist, con cruise control adattivo, Lane Assist e Park Assist Plus, si serve infatti dello scambio di dati con le altre vetture per fornire indicazioni di guida più precise e avvertire con anticipo in caso di pericoli lungo il percorso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Audi A8, il restyling tutta grinta e ibrido. Con l’eleganza di sempre – FOTO

next
Articolo Successivo

Volvo, inaugurata la prima stazione di ricarica ultrafast nel centro di Milano

next