Una troupe di giornalisti è stata aggredita da alcuni talebani durante una protesta per i diritti delle donne a Kabul. L’obiettivo sarebbe stato quello di impedire la copertura mediatica della protesta. Un gruppo di circa 20 donne ha marciato dal vicino ministero dell’istruzione al ministero delle finanze nella capitale afghana. Le autorità talebane hanno permesso alle donne di camminare liberamente per circa un’ora e mezza, ma un giornalista straniero è stato colpito con il calcio di un fucile e cacciato via dai combattenti talebani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Russia, nuovo record vittime dall’inizio della pandemia: sono 1.036 in sole 24 ore. Mosca in “lockdown light” dal 28 ottobre al 7 novembre

next
Articolo Successivo

Usa, Donald Trump sfida il ban dei social e annuncia la sua piattaforma personale: “Si chiamerà Truth”

next